#MALOSSI60 | 2010: NASCE IL PROGETTO DELLE CENTRALINE CON CONTROLLO ELETTRONICO DELL’INIEZIONE ANCHE PER LE PICCOLE CILINDRATE.

Malossi – prima fra tutti i competitor – produce un cilindro completo di centralina per il controllo elettronico dell’iniezione.

Nei primi anni 2000 Yamaha introduce nell’YZF – R125 importantissimi cambiamenti nell’assetto; è infatti tra i primi veicoli 125 cc che passa dal carburatore tradizionale ad un inedito sistema di iniezione elettronica.

Malossi comprende a pieno l’importanza strategica di questa novità, che unisce i pregi del carburatore (erogazione corposa) e quelli dell’iniezione (potenza ai regimi elevati), prevedendo che molte case produttrici di moto 125 e scooter si sarebbero avvalse della stessa soluzione.

Iniziano quindi studi e prove tecniche per coniugare la nuova centralina elettronica con i cilindri maggiorati forniti da Malossi.

Nascono così, primi sul mercato come componenti abbinati – il cilindro completo di centralina I-TECH Malossi.

Si tratta di cilindri maggiorati ad alta prestazione e di assoluta affidabilità, progettati e realizzati con sistema CadCam che, grazie al know how di altissimo livello che l’azienda sa esprimere, possono ridefinire il ciclo termo fluidodinamico, il sistema di raffreddamento ed i calcoli strutturali. Cilindri maggiorati che si sono rivelati eccezionali soprattutto per le prestazioni in accelerazione.

Malossi decide di produrre anche le sole centraline aggiuntive FORCE MASTER, con speciali mappature in grado di ottimizzare la carburazione.

Con la meticolosità che li contraddistingue da sempre e avvalendosi di metodologie e strumentazioni all’avanguardia, i nostri tecnici sono riusciti a definire la carburazione punto per punto, passando dal minimo al massimo, e viceversa, senza che il motore abbia a subire la minima esitazione.

Il successo delle centraline FORCE MASTER è stato eclatante, tanto che al momento sono in produzione le serie FORCE MASTER 0,1,2 e 3 e ad oggi sono montate di serie su moltissimi scooter diversi.

Senza l’artigianalità e l’avanzatissima tecnologia messa in campo in Malossi, oggi potenziare i propri veicoli sarebbe praticamente impossibile!