LA TURCHIA E’ LA NUOVA TERRA DEI MOTORI?

Abbiamo incontrato Riza Necef, dealer Malossi per la Turchia. E’ stata l’occasione per confrontarsi sul mondo dei motori con una persona gentile, entusiasta e molto competente!

Benvenuto in Malossi Riza! Raccontaci com’è trascorso questo primo anno da dealer ufficiale per la Turchia!

E’ un grande onore per me essere il rivenditore ufficiale per la Turchia di un grande brand conosciuto a livello globale.

In questo primo anno di collaborazione ci siamo sentiti parte di un grande team, o meglio, di una grande famiglia!

In passato hai collaborato con altre case motociclistiche. Come è iniziata la collaborazione con Malossi?

Come grandissimo appassionato di moto, ho sempre usato la componentistica Malossi nei miei motori… sono stato prima di tutto un fan! Ho poi avuto modo, grazie al mio lavoro, di contattare spesso l’azienda. E’ stata una emozione fortissima quando mi hanno chiesto di diventare il dealer ufficiale per la Turchia!

Sei anche membro della Turkish Motorcycle Association: raccontaci del rapporto dei turchi con le due ruote.

E’ la storia di una grande passione! Moto e scooter sono molto molto usati in Turchia. Se consideriamo che tra tutti gli utilizzatori di due ruote il 93% possiede uno scooter… capiamo bene la grandezza del mercato che dobbiamo servire! Ed è un mercato ancora in espansione!

Ci dicevi che la tua passione per le due ruote viene da lontano? Sei stato anche un pilota?

No non sono mai stato un pilota professionista, ma uso quotidianamente la moto dal 1996. E’ più di una abitudine… è uno stile di vita! Non potrei vivere senza!

Quali sono al momento i componenti Malossi più richiesti nel mercato turco?

Senz’altro Multivar, frizione e cinghia.

Hai mai visto una gara dei Trofei Malossi? Sono popolari in Turchia?

Non ho mai visto una gara dal vivo, ma mi piacerebbe moltissimo!! I Trofei sono molto noti nel mio paese: hanno un folto seguito tra i motociclisti.

Che cosa ti ha colpito di più della visita che abbiamo appena terminato nello stabilimento?

Mi ha colpito molto l’altissimo tasso di tecnologia della produzione, che permette di operare con una forza lavoro ridotta. Ma la cosa che mi ha colpito di più sono stati i visi sorridenti di tutti i dipendenti!

Che consiglio ti sentiresti di darci in chiusura per migliorare ulteriormente?

Con questa domanda mi mettete in grossa difficoltà… perchè non so cosa rispondere… mi è sembrato tutto perfetto!